[Tutorial] Come districare le parrucche

Che meraviglia le parrucche, vero ? *^* Ti permettono di cambiare look facilmente ed essere il personaggio che ami ogni volta che vuoi!
Ma magari dopo giornate in fiera particolarmente intese,  set all’aperto o molto movimentati, le parrucche (soprattutto quelle lunghe) si annodano in maniera incredibile, diventando stoppose ed indomabili. Arrivati a quel punto, o si buttano, o ci si rimbocca le maniche per sistemarle.

Vi do un paio di consigli preliminari per la manutenzione generale delle parrucche:

    1. Lavate le parrucche con shampoo (quelli più delicati sono quelli per bambini e alcuni per capelli colorati). Servirà principalmente a pulire la retina da sudore, trucco etc.
    2. Evitate di lavare le parrucche con il balsamo, tende a rendere le fibre più luccicose rispetto all’ammorbidente che le rende morbide ma vellutate.
    3. Controllate sempre se sono termoresistenti prima di usare la piastra sennò rischiereste di danneggiare irrimediabilmente sia la vostra piastra che la parrucca.
    4. Al momento di conservarle dopo averle usate, date una leggera spazzolata, dividete i capelli, fate una treccia bella larga e chiudetela con un elastico poco stretto non troppo vicino alle punte, così eviterà di scompigliarsi ancora di più dentro la busta.

Io in questi anni ho trovato il mio metodo per districare le parrucche, che per quanto laborioso, da risultati abbastanza discreti.

Avremo bisogno di:

  • Il topo morto da rimettere a nuovo Parrucca
  • Testina
  • Spilli
  • Pettine(sia a denti larghi che medi). MAI USARE PETTINI A DENTI STRETTI
  • Spruzzino/ Contenitore con erogatore spray (potete usare tranquillamente vecchi contenitori di vetril  e simili (ben puliti prima) o comprarne uno apposito.
  • Acqua
  • Ammorbidente

 

PROCEDIMENTO

Piazzate la parrucca saldamente alla testina in polistirolo piazzando vari spilli al centro della parrucca, così che non scivoli facilmente via.

Preparate la miscela di acqua e ammorbidente in proporzione 2:1 ( 2 parti acqua e 1 ammorbidente). Se pensate che mettendo più ammorbidente, più morbida e bella verrà la parrucca, sbagliate, rischierete solo di lasciarla untuosa alla vista e al tatto, già testato. Quindi, a mio parere, questa è la proporzione migliore per quanto riguarda il risultato finale.
Personalmente, preferisco usare il dosatore dei detersivi in polvere per fare questo procedimento dal momento che sono tutti graduati ed è più facile tenere un riferimento. Una volta preparata la miscela, mescolatela con movimenti circolari/delicati(nel recipiente dove state tenendo le proporzioni o  una volta trasferiti nello spruzzino), non scuotere come una bomboletta spray.

Cominciate pettinando delicatamente tutte le punte e spruzzate poco alla volta il liquido, continuando a pettinare finchè le punte siano districate decentemente. Adesso dividete la parrucca in 6 (o più sezioni, a seconda della fortezza della parrucca) e lavorate spruzzando la miscela e pettinando sempre dalle punte verso la retina. Ci vorrà un bel po di olio di gomito ed un pomeriggio libero ( questa parrucca nelle immagini è lunga 130cm e mi ha fatto perdere intorno alle 4 ore e mezza). Una volta finito, pettinate tutto insieme, così da sciogliere ulteriori piccoli nodi che magari sono rimasti.

Non preoccupatevi se nel procedimento la parrucca perderà molti capelli, ma sono dovuti alle fibre che si spezzano per via degli indomabili nodi da districare; questa ad esempio è la matassa  che ne è uscita dalla mia.

Una volta asciutta il risultato è questo qui

Come vedete, la mia parrucca (che era più un topo morto che altro) nonostante tutto, ha le punte molto rovinate. Sapendo che è di kanekalon (resistente al calore) ho passato la piastra (intorno ai 150°) su grandi sezioni senza tirare i capelli ed alla fine, ho dovuto tagliare le punte ormai irrecuperabili.
districare parruuca tutorial wig untangle ita italiano

 

Spero che possa esservi di aiuto! Per qualsiasi dubbio o altro, non esitate a contattarmi 😉

 

 

 

 

[Tutorial] Demon Wings

tumblr_nl269u3Ega1rne1ubo1_500

Halloween is coming and I want to share with you this little tutorial of how I made those little demon wings. You can use it for cosplay purpose or even for a cute halloween costume!

you will need:

  • Stretch metallic fabric
  • Wire
  • Tape
  • Scissors
  • Some pins
  • Sewing Machine

Step 1: 

I start making a wire base leaving a round/squared shape in the inner part.

Demon wings tutorial devil cosplay sew  lilitherz

STEP 2: 

Cut the fabric 1cm larger than the wire shape.

Demon wings tutorial devil cosplay sew lilitherz

STEP 3:

Sew with a sewing machine the borders, leaving the inner and the  bottom part open. Turn over the fabric and fold the wire securing with pins.

Demon wings tutorial devil cosplay sew  lilitherz

 

STEP 4:

Sew the bottom part with the sewing machine very closer to the edge. Then, sew the inner contour close to the wire to add definition to the shape.  And then, just hand sew the inner part.

Demon wings tutorial devil cosplay sew  lilitherz

 

Final result:

demon-wing-tutorial5

 

Now, just sewing it to your dress around the wire in the inner part, you will get this:

Demon wings tutorial devil cosplay sew lilitherz miku heart hunter

Hope this tutorial can be useful!

[Tutorial] Harem Pants / Judal MAGI

Judal.full

Questi pantaloni sono stati semplicissimi da realizzare e tengono dannatamente fresco d’estate. Principalmente posto il tutorial come riferimento ai pantaloni di Judal, ma possono essere realizzati in qualisasi tipo di materiale, colore e fantasia, da indossare anche nelle giornate comuni. L’anno scorso infatti andavo tantissimo di moda questo genere di pantaloni ( sia tra le donne che tra gli uomini). Sinceramente, non sono proprio il mio genere, ma ”degustibus”.

PREMESSA: Non sono una sarta qualificata, ma mi diletto con il cucito. Mi dispiace per la bassa qualità delle foto ma sono state scattate con il cellulare con una luce non proprio ottimale.

Per realizzarli ci occorrono:

  • 1/2 – 2 metri di stoffa (a seconda della vostra altezza)
  • Un vecchio modello di pantaloni ( vanno bene le tute e qualsiasi tipo di pantalone non aderente)
  •  Elastici
  • Gessetto
  • Spilli

 

PROCEDIMENTO

1. Iniziamo facendo il cartamodello di metà pantalone facendo in modo di creare un ampio triangolo dal cavallo alla fine della gamba del pantalone. (Dovrebbe venirne fuori una specie di mezza A)judalpantswip

 

2. Una volta realizzato il cartamodello, non c’è che da riportarlo sulla stoffa che avete scelto, piegata a metà ovviamente. Avanti e dietro devono essere uguali, quindi basta ripetere questa operazione due volte. Io ho come stoffa ho usato la fodera, perchè me ne sono ritrovata una quantità industriale a casa e perchè rendeva un discreto effetto visivo per questo genere di pantaloni.

judalpantswip2

 

3. Ora non resta che spillare tutto il contorno, lasciando liberi le estremità delle gambe e la parte del bacino, imbastire(se volete) e cucire a macchina.

judalpantswip3

 

4. Dopo aver cucito i lati ed il centro (chiamiamolo cavallo), possiamo procedere ad applicare l’elastico nella parte del bacino e nelle estremità delle gambe. Vi consiglio di usare un’elastico largo sul bacino e un elastico molto più fine sulle caviglie così l’effetto estetico è più armonioso.

Il risultato finale è questo qui:

judalpantswip5

Spero di essere stata più chiara possibile  ≧△≦

Potete vedere altre foto dei pantaloni indossati QUI

 

 

 

[Tutorial] Cuffie Megurine Luka – Vocaloid

Eccoci qui al primo tutorial!

_mmd___lat_megurine_luka__hi__by_mikumikueli-d55cnjv

 

Ho realizzato queste cuffie molto tempo fa, di fretta e con materiali che potevo trovare facilmente in casa. Qualitativamente non sono il top, ma per chi è alle prime armi, ha poco tempo a disposizione e/o pochi soldi da spendere, penso possa essere utile.

Per realizzarle abbiamo bisogno di:

  • Un cerchietto di base
  • Fil di ferro
  • Cartone spesso
  • Colori acrilici
  • Giornali, carta igienica o quello che preferite per cartapestare
  • Colla vinilica
  • Scotch di carta
  • Biadesivo
  • Forbici
  • Pennelli

 

PROCEDIMENTO

Per inziare, vi  ho realizzato i modelli delle cuffie su photoshop, con tanta pazienza dal momento che sono negata con i programmi di grafica ç___ç una volta cliccato sulla immagine, potete scaricarla e stamparla, così da evitarvi tutti i rompicapi della realizzazione del modello

cuff.base Immagine

 

 

1.Ho ritagliato 3 volte la prima forma e 1 volta la seconda per ottenere lo spessore che desideravo per ogni cuffia. Ho incollato i vari strati tra di loro ed e scartapestato il tutto, io non avevo abbastanza fogli di giornale a casa a disposizione in quel momento e per cartapestare ho dovuto usare purtroppo la carta assorbente da cucina, la quale ha lasciato un lavoro irregolare e ”rugoso”. NON FATE IL MIO STESSO ERRORE . Dopo di che, ho colorato l’esterno delle cuffie. Purtroppo nella fretta non ho scattato neanche una foto del passaggi precedenti, ma il risultato è questo:

46346_1361723008538_1395473285_30826839_3304152_n

 

 Se fosse stato cartapesta con la carta da giornale, penso che il risultato sarebbe stato migliore.

2. Ho cominciato a lavorare sul cerchietto fissando il fil di ferro con la forma giusta (una specie di doppia onda) con lo scotch di carta. e incollato con il biadesivo le cuffie alle estremità del cerchietto.(ai tempi non conoscevo ancora il potere della colla a caldo!)

46346_1361723088540_1395473285_30826841_1678191_n

3.Ho cominciato a colorare di marrone le parti intorno al fil di ferro.

46346_1361723128541_1395473285_30826842_586964_n

 

4. Infine, ho colorato anche la parte del fil di ferro ed aggiunto il microfono ricomprendo del fil di ferro con lo scotch di carta e d aggiungendolo (sempre con lo scotch) al cerchietto.

46346_1361723288545_1395473285_30826846_6312539_n

Il risultato finale, indossato è questo:

asdadaf